I vostri concorrenti usano poco i social. E’ ora di approfittarne

I vostri concorrenti usano poco i social. E’ ora di approfittarne

In tutto il mondo sviluppato e nei Paesi emergenti Facebook, Instagram, Twitter e altri social media vengono usati massicciamente per farsi conoscere e fare affari. Sono ormai almeno 5 anni che i social sono uno dei principali strumenti di marketing ovunque ma noi italiani, che pure abbiamo uno straordinario patrimonio in termini di creatività e laboriosità, siamo indietro. Molto indietro.

Guardate questo grafico, tratto da una ricerca recentissima: solo il 44% delle imprese con più di 10 addetti utilizza almeno un social. Il picco massimo si tocca con la categoria alloggio e agenzie di viaggio (85.8% e 82%). Il minimo è invece appannaggio del settore delle costruzioni (26.7%) e dell’industria metallurgica (27.2%), ma anche delle attività immobiliari, al 33.7%. Insomma, meno di un’impresa su due utilizza i social. Non solo: di queste, la quota maggiore (26.6%) usa un solo social mentre è solamente il 17.5% ad utilizzare due social o più.

Attenzione: qui già stiamo parlando di aziende con almeno dieci dipendenti. Ma l’Italia è il Paese delle aziende familiari o poco più, per non parlare dei piccoli esercizi commerciali, delle attività professionali individuali. E, se i dati sono così bassi per le società oltre i nove dipendenti, immaginiamoci per gli altri.

Se sei negoziante, professionista, piccolo imprenditore, se hai insomma una attività che coinvolge poche unità (ma il discorso, come abbiamo visto, vale anche per aziende più grandi) puoi stare certo che due terzi dei tuoi concorrenti non usano i social oppure li usano poco o male. Eppure Facebook, Instagram e simili anno dopo anno crescono. In tutto il mondo e anche in Italia. Un domani potrebbero nascere nuovi canali o quelli vecchi cambiare funzionalità o caratteristiche ma la sostanza non è destinata a modificarsi: i social media saranno sempre più importanti.

Non tenerne conto per risparmiare un po’ di tempo e di denaro è un grave errore, perché otterrete l’effetto opposto. Già, perderete tempo e denaro per forme di promozioni più costose e meno utili.

 

 

 

Info sull'autore

admin administrator

Lascia una risposta