Commercianti, pmi e web: siamo ancora troppo indietro

Commercianti, pmi e web: siamo ancora troppo indietro

 

Le piccole-medie imprese, ma anche tante attività commerciali e/o individuali, potrebbero farsi una grande pubblicità usando i social. Per esempio, per raccontarsi e raccontare la propria storia, piccola o grande che sia. Invece il conservatorismo e la pigrizia ancora sono forti. Ostacoli da superare assolutamente, come spiega questo articolo

 

“Nel caso delle grandi aziende, a partire dalla Coca–Cola, questo concetto è più che assodato”, spiega l’autore del pezzo. “Ormai non ci troviamo più davanti a monolitiche corporation ma a agglomerati di senso, che trasmettono un immaginario sempre più preciso. Un mondo fatato dal quale non si esce, e non si vuol uscire, e che grazie ai social ha moltiplicato le sue possibilità. Questa capacità, questa forza narrativa spesso scompare, o quasi, quando parliamo di piccole imprese. Piccole realtà con storie molto più belle, storie d’impresa e di territorio, che meriterebbero di essere raccontate nel modo migliore dove la cura dell’immaginario e della comunicazione social è lasciato in secondo piano, con il rischio concreto che l’impresa non raggiunga gli obiettivi che si era prefissata.” Volete costruire la Vostra storia come narrazione che veicoli mission, valori e senso? Contattate InterAction per una consulenza senza impegno.

Le piccole imprese sono una realtà importante dell’economia del nostro paese, eppure il rapporto tra PMI e social media è ancora difficile.

Info sull'autore

admin administrator

Commenta